🗀

Retail e innovazione: quando online e offline si incontrano in store

- Advertisement -

Con la crescita dell’ecommerce i negozi tradizionali devono rivedere il proprio modello di business. Il mondo online, inizialmente visto come l’antagonista delle classiche forme di retail, può diventare invece un valore aggiunto. Dall’incontro tra online e offline può nascere un’opportunità per i negozi fisici.

 

Il retail in tutte le sue forme sta cambiando. La tradizione formula di business che ha sempre funzionato per i negozi fisici è destinata ad evolversi.

Per molti consumatori ancora restii ad avvicinarsi agli acquisti online, potersi affidare al personale di un negozio per essere seguiti e consigliati è ancora la miglior scelta possibile. Per questo tipo di clientela e per certi titolari di negozi, il mondo online sembra essere il male assoluto. Proprio da lì, invece, arriva nuova vita per il rilancio degli store tradizionali.

Un nuovo formato di business in store che fonde le potenzialità del mondo online con quelle del mondo offline. Le nuove tecnologie fino ad ora applicate per lo più al mondo ecommerce diventano parte integrante dei retail tradizionali, cambiandone radicalmente la struttura e lanciando un nuovo concept di negozio. Il connubio di questi due mondi regala al consumatore una customer experience tutta nuova e più coinvolgente.

Provate ad immaginare di entrare in un negozio in cui tramite l’app relativa al brand potete avere informazioni sui capi scansionando i QR code dei cartellini. Una volta trovato il capo da indossare entrate in camerini interattivi dove su touch screen di ultima generazione trovate suggerimenti sugli abbinamenti più validi e sulle taglie disponibili. Trovato ciò che cercate, pagate direttamente dall’app senza passare dalla cassa, e se non volete portarvi in giro sacchetti potete scegliere di farvi spedire a casa ciò che avete acquistato.

Non è fantascienza, tutto questo è già realtà.

Stanno nascendo e si stanno diffondendo nuovi negozi in cui online e offline convivono e si completano in maniera più che efficiente, regalando al cliente una customer experience unica e personalizzata.

 

Un esempio reale

Uno dei primi casi in Italia è quello del flagship store da poco aperto da Massimo Dutti in Galleria Vittorio Emanuele a Milano. Questo nuovo negozio è il premio del nuovo concept che il brand ha deciso di adottare sfruttando appieno ciò di cui abbiamo parlato prima.

Dutti ha deciso di realizzare uno store innovativo in tutti i suoi aspetti. Il primo aspetto, quello che salta subito agli occhi, è il design degli spazi interni che punta alla sostenibilità. Grazie ad un’attenta progettazione degli spazi e degli impianti, gli 800metri quadri del negozio hanno consumi ben al di sotto della media, limitando considerevolmente l’impatto ambientale del negozio.

 

massimo dutti

 

La vera rivoluzione però è l’esperienza che il consumatore vive al suo interno. Le tecnologie del mondo online su cui il brand si è focalizzato e che sono state portate in negozio sono 4:

  1. Camerini interattivi. Riescono a scansionare e riconoscere i capi fornendo al cliente informazioni e consigli sui migliori abbinamenti tramite touch screen di nuova generazione. Oltre a questo è anche possibile richiedere taglie differenti dei capi che verranno portate direttamente in camerino;
  2. Pagamenti via smartphone. Grazie all’app realizzata appositamente per il negozio è possibile scansionare il capo e pagandolo con la carta di credito precedentemente registrata;
  3. Spedizione a domicilio. Se per un qualsiasi motivo il cliente non vuole o non può portare via il sacchetto con il proprio acquisto può indicare un indirizzo a cui ricevere la merce acquistata andandosene a mani vuote dal negozio e ricevendo il tutto comodamente a casa;
  4. Prenotazione online dei capi. Invece di recarsi in negozio e sperare di trovare la taglia desiderata il cliente può prenotare i capi da provare e la relativa taglia direttamente online prima di recarsi in negozio. Un sistema che rivoluziona il classico processo d’acquisto in negozio.

 

La rivoluzione di queste nuove forme di negozio è nel concetto. Vengono cambiate le procedure standard con cui venditore e consumatore si confrontano. Questo sistema di integrazione del mondo online con il mondo offline sembra un guadagno per tutti. Nuova vita per i negozi tradizionali ed esperienza d’acquisto più coinvolgente per i clienti.

Michele Squarzon
Appassionato di web e nuove tecnologie da una vita. Dopo la laurea in comunicazione, marketing ed organizzazione d'impresa presso l'università di Reggio Emilia sono diventato ancor più geek e web marketing addicted. Copywriter per passione, fervente credente in social media e green marketing.
Una newsletter mensile

…con il riassunto dei nostri contenuti migliori. Sali a bordo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Advertisment

Ultimi articoli

E-commerce e social media: numeri e strategie di marketing

Tono di voce, contenuti di qualità, frequenza di pubblicazione: sono tanti gli aspetti da valutare per utilizzare al meglio i social network. Una strategia fondamentale per migliorare le performance della propria piattaforma di commercio elettronico

Perché promuovere l’e-commerce con l’influencer marketing

Gli influencer stanno diventando determinanti nella valorizzazione dei tuoi prodotti e i dei tuoi servizi: permettono di intercettare i mercati di nicchia e di creare connessioni con la tua piattaforma

Annunci di Google Ads: destinazione non funzionante, problema su Siteground, Novembre 2021

Annunci bloccati per "destinazione non funzionante", campagne e investimenti pubblicitari fermi: questo quanto sta succedendo negli ultimi giorni per chi utilizza un hosting SiteGround...