Come creare un team ecommerce vincente per l’ottimizzazione del tuo negozio online

- Advertisement -

In rete si trovano migliaia di utili suggerimenti di marketing per un ecommerce, ma spesso ci si dimentica dell’aspetto più importante di ogni business: le persone. Non sono i singoli articoli del blog o i post su Facebook a decretare il successo di un’impresa (non solo). Sono le persone che ci stanno dietro, il vostro team. Vediamo quali sono le 6 figure essenziali per creare un team ecommerce vincente.

 

Sforzi Marketing Onsite – Non solo offsite

Chi non fa sforzi immani per portare traffico al proprio ecommerce? Spesso ci troviamo a fare dei Marketing Budget spropositati per acquisire traffico di qualità. “Che sia traffico qualificato, traffico che converte.” Questo è il dettame che seguiamo, questo è il mantra che ci viene ripetuto.

Siamo dei cacciatori di quel tesoro che può essere il canale di traffico più performante con il miglior costo di acquisizione. Lavorare nella miniera dell’acquisizione traffico sui canali più performanti è fondamentale. Dall’altro canto, spesso e volentieri, ci fa perdere d’occhio cosa accade effettivamente sul sito e come si trovano i nostri utenti.

Qual è il grado di soddisfazione dei nostri utenti nell’utilizzo di una certa funzione di ricerca prodotto? Qual è la facilità d’uso del carrello e del processo di checkout? Dobbiamo lavorare con costanza e dedizione per ridurre quello che viene definito l’attrito nella UX.

Queste sono domande fondamentali che spesso dimentichiamo nei nostri budget marketing e che non preventiviamo per il nostro ecommerce.

Fare la differenza onsite per mettere la marcia in più al nostro ecommerce.

Dove possiamo fare la differenza?

Con maggiore efficacia e facilità sul proprio sito. Non a caso grandi gruppi sul web hanno nel proprio DNA il testing continuo. Amazon è il più noto ma ce ne sono tanti altri in diverse branche come il gaming o il travel. Adattarsi all’esigenza del cliente, migliorare la propria presenza per facilitare il raggiungimento dell’obiettivo del cliente.

In questo subentra tutto quello che viene definito la Conversion Optimization (CRO), che permette effettivamente di migliorare di percentuali importanti la nostra performance; il tasso di conversione della nostra property.

Serve un team ecommerce vincente

Serve uno sforzo importante per rendere più efficace il nostro negozio online con una vera e propria squadra. Non può essere un lavoro che facciamo saltuariamente, ma un’attività continuativa per offrire il miglior servizio possibile e migliorare il rendimento del nostro sito web.

Ecco quindi le figure che vi serviranno per creare una squadra affiatata che lavori e remi nella stessa direzione per rendere il motore del vostro ecommerce una vera e propria Ferrari, incrementando il vostro revenue.

1.CRO Champion/ Projectmanager

Il CRO Champion è la persona incaricata di seguire tutto il processo di ottimizzazione continua facendo si che non ci siano vuoti nella Pipeline di ottimizzazione. Il CRO Champion ha un carattere propositivo e porta avanti iniziative migliorative in maniera che la roadmap di ottimizzazione del sito sia chiara per la squadra e gli stakeholders.

Deve avere una visione dei fattori chiave del sito per poter intervenire sui punti d’accesso e conversione di maggiore importanza strategica del nostro ecommerce. Deve essere informato sulla roadmap di implementazione tecnica in maniera che non si creino degli intoppi tra implementazioni tecniche e test per l’ottimizzazione.

Per gli stakeholders deve saper motivare chiaramente gli interventi che propone e quindi deve riuscire a interpretare gli elementi chiave della CRO: UX, design, funnel di conversione, canali di acquisizione traffico, dati statistici e analitici nonché la psicologia d’acquisto e persuasiva per comunicare con i visitatori. Per motivare la squadra deve saper parlare la lingua del grafico, dell’analista, del marketer e infine del tecnico. Le idee non gli devono mancare e deve sapere come portarle avanti.

2.Data Analyst

È fondamentale saper analizzare il flusso di navigazione all’interno del nostro sito con estrapolazioni di dati da Google Analytics. Capire dove gli utenti si disperdono, quali obiettivi vengono raggiunti e dove si possono migliorare le conversioni necessita di una buona capacità di visione e di analisi.

3.Sviluppatore

Parlate con il vostro sviluppatore. È fondamentale e vi può aiutare nell’implementazione di eventuali tag di tracciamento, inserimento di tool per l’analisi di heatmap o A/B Test, nonché delle funzioni più avanzate per la navigazione. Per questo non dimenticate di coinvolgerlo nel lancio iniziale del progetto.

4.Designer

Anche il designer potrà dare un apporto importante per stilare eventuali bozze grafiche per i nostri A/B Test. Da lui possiamo aspettarci l’abbozzo di interfacce per le nuove proposte che vogliamo testare. Quindi deve capire cosa avete in mente e seguire la veste grafica del sito. Che sia un design coerente con il resto del sito e non della concorrenza!

5.Copywriter

Le singole parole di un testo cambiano la percezione dell’utente. Saper indirizzare questa percezione verso gli obiettivi che abbiamo individuato non è semplice e qui subentra il Copywriter. Avvaletevi di un professionista dedicato per sviluppare un copy efficace sia nel corpo che nei titoli e nelle Call-to-Action! Anche perché non è assolutamente da sottovalutare come il testo possa effettivamente impattare le conversioni di una pagina e delle Call-to-Action

6.Ricercatore/ UX Specialist

Può essere utile come persona del team ma anche come consulente esterno. Ci aiuterà nelle ricerche che vogliamo effettuare come le analisi di usabilità, i sondaggi, quello che si chiama in gergo User Testing (fare dei test di usabilità con utenti di persona).

Diamo loro quello che desiderano

Come scritto in una ricerca di Nielsen Norman: l’utente sul web è come un animale, o meglio come un cacciatore.

Sembra una battuta ma in effetti le persone sul web sono costantemente alla ricerca di qualcosa che li avvicini al risultato desiderato. Ottimizzare il proprio ecommerce vuol dire facilitare questo compito ai nostri utenti migliorando il nostro servizio.

Con un team ecommerce vincente che vede e crede negli sforzi continui investiamo direttamente sul nostro business. Perché oggigiorno l’esperienza è un vero e proprio asset: è qui che possiamo fare la differenza!

Marco Caruso
Esperto di Affiliation e Conversion Rate Optimization. Lavoro sul web da 10 anni come consulente per web companies come venere.com. Appassionato del web e delle infinite possibilità delle nuove tecnologie trovo la mia valvola di sfogo nell’accrescere i business altrui sul web. Inseguo le mie passioni come la fotografia, il design, gli scacchi e last but not least la mia famiglia.
Una newsletter mensile

…con il riassunto dei nostri contenuti migliori. Sali a bordo!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Articoli correlati

Advertisment

Ultimi articoli

E-commerce e social media: numeri e strategie di marketing

Tono di voce, contenuti di qualità, frequenza di pubblicazione: sono tanti gli aspetti da valutare per utilizzare al meglio i social network. Una strategia fondamentale per migliorare le performance della propria piattaforma di commercio elettronico

Perché promuovere l’e-commerce con l’influencer marketing

Gli influencer stanno diventando determinanti nella valorizzazione dei tuoi prodotti e i dei tuoi servizi: permettono di intercettare i mercati di nicchia e di creare connessioni con la tua piattaforma

Annunci di Google Ads: destinazione non funzionante, problema su Siteground, Novembre 2021

Annunci bloccati per "destinazione non funzionante", campagne e investimenti pubblicitari fermi: questo quanto sta succedendo negli ultimi giorni per chi utilizza un hosting SiteGround...